Skip to content
⇨ Tech-Facile – Il sito dove imparerai tutto ciò che riguarda l'informatica

10 pietre miliari nella storia di questi 10 anni di WhatsApp

WhatsApp

L’utente a piedi irruppe in un sorriso sul volto e gli operatori telefonici iniziarono a tremare. È passato un decennio dalla comparsa di una delle applicazioni che ha maggiormente cambiato il modo in cui comunichiamo tra di noi. Tale è il cambiamento che ha portato in ognuno di noi che, prima di telefonare, usiamo WhatsApp. Perché preoccuparsi di effettuare una chiamata, con la conseguente spesa, quando possiamo inviare un sms ‘gratuito’ o un audio con la nostra voce, anch’esso ‘gratuito’? E sì, mettiamo “libero” tra virgolette perché, in effetti, quando il servizio è gratuito… il prodotto sei tu.

10 anni fanno molta strada. Da un servizio nato come servizio a pagamento (una tantum e canone iniziale per iOS, mensile per Android) e in cui potevamo solo inviare e ricevere messaggi di testo, a un numero infinito di possibilità, tra cui la decisione, alquanto controversa , per avvicinare il servizio di messaggistica ai modi e alle forme di un social network con la comparsa di proprie Storie, dette ‘Stati’. E poiché un decennio è molto lungo, abbiamo deciso di segnare dieci momenti di WhatsApp che ne hanno segnato la storia per sempre, dieci pietre miliari che hanno plasmato il servizio che più di un miliardo di persone in tutto il mondo utilizza oggi ogni mese.

Dieci anni di WhatsApp, dieci momenti unici della sua storia

24 febbraio 2009. Nasce WhatsApp

È stato un immigrato ucraino di nome Jan Koum a fondare WhatsApp, Inc. nel 2009. Prima di allora, era il COO di Yahoo! Inizialmente, l’applicazione consisteva semplicemente nell’informare l’utente quando un contatto nella sua rubrica era disponibile per parlare. È apparso per la prima volta su BlackBerry e poi su iOS per iPhone. L’utente può programmare ‘stati’ in cui annuncia di essere disponibile per una chat. A dicembre di quest’anno è già apparsa la possibilità di poter inviare video e foto agli utenti.

Leggere  ▷ Come visualizzare la cronologia dei messaggi su Discord

2010. Il servizio di geolocalizzazione è abilitato

Tra i milioni di messaggi che inviamo ogni giorno attraverso di loro, molti di loro per poter comunicare all’altra persona dove ci troviamo. ‘Siamo in questo bar, entra’ e lì inviamo la nostra posizione. Successivamente è stata abilitata la funzione di live location, cosa molto utile per quando avevamo bisogno o adulti. La localizzazione dal vivo ti consente di seguire la posizione di una determinata persona in tempo reale.

geolocalizzazione whatsapp

2011. I gruppi compaiono per la prima volta

Terrore e panico. Uno dei migliori servizi che WhatsApp è stato in grado di offrire. Ci troviamo in questa dicotomia. Come può la stessa funzione essere utile ed estenuante? Ebbene, provate a stare in un gruppo di lavoro, un luogo dove dobbiamo essere per obbligo e, allo stesso tempo, siamo terrorizzati dalle sue notifiche. Cognati, parenti, genitori di figli … gruppi per tutti i gusti e colori, uno spazio in cui si condividono più meme e immagini insignificanti.

2013. Arrivano i messaggi vocali

‘Non preoccuparti, ti manderò un audio più tardi’ o ‘perché non mi chiami invece di inviare così tanti audio? o “Questa è una cosa millenaria”. Gli audio hanno fatto smettere a molte persone di chiamare al telefono. Sono comodi, possono durare fino a 15 minuti e rendono la comunicazione molto più semplice quando non possiamo scrivere. Gli audio hanno raggiunto WhatsApp e sono diventati la forma di comunicazione preferita dai millennial. Se hai dei giovani su WhatsApp saprai cosa intendiamo.

Inoltre, quest’anno viene raggiunto il miliardo di messaggi inviati tramite l’applicazione.

2014. Arriva la conferma dei messaggi letti

‘Non hai risposto al mio messaggio, so che l’hai letto’, una delle frasi più spaventose per qualsiasi utente di WhatsApp e quello che molti considerano un attacco alla privacy. Se invii un messaggio e viene visualizzato un doppio segno di spunta, il destinatario lo ha ricevuto. Se diventa blu , l’hai aperto. E se non ricevi una risposta, può essere considerato un affronto. Meno male che WhatsApp ha reso facile disabilitare questa opzione per tutti coloro che vogliono rispondere ogni volta che ne hanno voglia.

Leggere  ▶ Come eliminare le foto dal tuo cellulare senza eliminarle da Google Foto

Nel 2014, inoltre, WhatsApp viene acquistata da Facebook e raggiunge i 500 milioni di utenti attivi.

whataspp doppio controllo

2015. Web WhatsApp

Finalmente l’utente poteva usare WhatsApp sul proprio PC … anche se con limitazioni. Avevamo semplicemente una replica dell’applicazione sul nostro computer, dovendo collegare il cellulare al browser web e dovendo usarla, per obbligo, se volevamo usarla su un grande schermo. Uno strumento che tutti ci aspettavamo e che, fino ad oggi, continua ad essere aggiornato, anche se tutti speriamo che sia più vicino a quello che troviamo in Telegram stesso.

2016. Messaggi crittografati e videochiamata

La crittografia end -to-end fa la sua comparsa per rafforzare la sicurezza dei messaggi inviati attraverso lo strumento. Questa funzione garantisce che ciò che viene inviato venga letto solo da te e dalla persona che lo riceve. I messaggi sono protetti con una chiave crittografata e solo tu e il tuo interlocutore potete accedervi. Anche le videochiamate appaiono per la prima volta per gestire FaceTime. E ogni mese viene raggiunto un miliardo di utenti.

il mio stato whatsapp

2017. l’anno degli ‘Stati’

Ne ha incasinato uno buono con gli States. Dove prima era una semplice frase per comunicare qualcosa di semplice, diventa un video o una fotografia effimera che emula le Instagram Stories. In molti hanno visto con sospetto questo movimento , soprattutto dopo l’acquisto di WhatsApp da parte di un emporio dedicato ai social network e che già possedeva Facebook e Instagram.

2018. Arrivano gli ‘adesivi’ e le chiamate di gruppo

Gli utenti avevano chiesto adesivi da condividere su WhatsApp, come avevano già fatto su Telegram, quindi finalmente sono apparsi. Come novità compaiono anche le videochiamate di gruppo, che facilitano la comunicazione di un massimo di quattro persone contemporaneamente in formato video. Inoltre, WhatsApp raggiunge un miliardo e mezzo di utenti che utilizzano l’applicazione. Quasi niente.

Leggere  ▷ Come disabilitare le chiamate discord sul telefono

2019. WhatsApp compie 10 anni

Quali saranno le novità che troveremo nel decennio successivo?

Via | WhatsApp